martedì 2 giugno 2015

Torrent e qBittorrent (parte 2)

La prima parte è qui.


Dopo la teoria, arriva la pratica. Per sfruttare correttamente la rete torrent va installato un client torrent e configurato il router.

Come client, dopo aver usato per molti anni ɥtorrent ho deciso di cambiare e usare qBittorrent. Perché? Perché ɥtorrent è diventato sempre più pesante e vi hanno aggiunto un sacco di pubblicità. In fase di installazione, inoltre, propone di installare toolbar e altri software simili che rappresentano un'inutile pericolo per la privacy.

qBittorrent, invece, è gratuito ed open source (a differenza di ɥtorrent), oltre ad avere, personalmente, un'interfaccia più chiara e lineare.
Scaricatelo dal sito http://www.qbittorrent.org/download.php
Scegliete la versione adatta al sistema operativo e successivamente installatelo e avviatelo.

Dovrebbe essere già impostato in italiano, se non è così andate in tools --> options ---> general e impostate "italiano" in "Language". Una volta riavviato, se non era in italiano, vediamo la scheda "Generale".

Già in questa schermata possiamo impostare qualche dettaglio:
  • Togliete la spunta da "Esegui qBittorrent all'avvio di windows". In linea di massima non ha senso avviare questo genere di programmi ad ogni avvio del sistema
  • Assicuratemi che sia spuntata la voce "minimizza qBittorrent nell'area di notifica". In questo modo quando premerete sul tasto "riduci ad icona" sarà presente nella task bar (in basso a destra in Windows)
Ora partiamo dalla parte più interessante della configurazione: la porta e le connessioni:

Nella sezione "connessione" è possibile impostare la porta su cui opererà qBittorrent. In "Porta per connessioni in entrata" impostate un valore tra 1025 e 65535. Questa porta sarà quella usata dal programma. Fino a 1024 non vanno usate perché sono riservate a protocolli standard, sopra non vi sono particolari problemi. L'unica cosa a cui stare attenti è che non entri in conflitto con altri servizi o software che non usano i protocolli standard (es. World of Warcraft). Potete scriverne uno voi o lasciare che sia il programma a generare tale numero premendo su "Casuale". In ogni caso tiratevi giù il numero, vi servirà più tardi.

Gli altri valori da impostare sono basati sulla connessione ad internet a disposizione. Moltissimi hanno un profilo 7 megabit in download e 1 megabit (o 384 kbit). Mi baso su questi parametri per dare un consiglio.
  • "Numero massimo globale di connessioni". Indica quanti peer, ovvero quante altre persone, possono connettersi al nostro client per ricevere o inviare dati. 100 è un valore un po' stringente, ma preferisco evitare possibili congestioni di traffico. Il numero di connessioni che un router può gestire è limitato. Anche se esse non scambiano dati è comunque un onere. Potete provare ad aumentarlo fino a 200 (di più non ha senso) e controllare se avete problemi
  • "Numero massimo di connessioni per torrent". Questo indica quante utenti possono connettersi ad un singolo file. Di solito non scarico più di 2-3 torrent, per cui un buon valore è 50. Non impostatelo troppo vicino al limite globale, altrimenti si rischia che alcuni torrent rimangano bloccati
  • "Numero massimo globale di slot upload". Indica quanti utenti possono scaricare dati da voi. Qui va un numero basso, per via della scarsa banda che le connessioni ADSL offrono. Non ha senso offrire a tante persone la possibilità di scaricare qualcosa se la velocità è bassissima
  • "Numero massimo di slot in upload per torrent". Come per il parametro precedente, ma esso si riferisce al singolo file. Lasciate pure lo stesso valore del parametro precedente, in questo caso.
Passiamo adesso alla prossima scheda, ovvero "Velocità".
Qui bisogna impostare quanta banda occuperà il software. Qui i valori sono espressi in KiB (ovvero Kilobyte). Le connessioni sono spesso descritte in termini di Kbit. 8 Kbit = 1 KiB. Di conseguenza con un upload di 384 kbit, si hanno 48 KiB di banda in upload! Preciso una cosa: molte guide danno un consiglio solo sul limitare l'upload, ma anche il download va limitato. Perché? Perché quando si naviga, si guarda un video su youtube o altro si inviano e si ricevono costantemente dati, se una delle due bande (download o upload) è satura, si bloccherà anche l'altra.  Per impostare i campi, spuntate la casella a sinistra e poi:
  • In upload di solito va impostato un valore tra 15 e 25. Dipende da quanta banda in upload avete.
  • In download va impostato un valore non troppo alto. Su una connessione a 7 megabit si hanno circa 896 KiB a disposizione. Basatevi su questo.
qBittorrent offre anche la possibilità di impostare parametri alternativi che si attivano in base alle impostazioni che date (es. durante la giornata volete impostare dei limiti più bassi per non bloccare la connessione).

L'ultima sezione è "Bittorrent"
Qui potete impostare quanti torrent saranno attivi in un certo istante. Date le caratteristiche della rete torrent di solito va impostato un numero molto piccolo, per chi avesse usato programmi come emule può sembrare strano, ma in questo caso avere un numero elevato file attivi comporterebbe un rallentamento elevato del completamento di un file.

In linea di massima è preferibile impostare 3 come numero massimo di download e upload attivi, mentre a 4 il numero massimo di torrent attivi.

L'ultimo parametro da impostare è "Limite rapporto di condivisione". Spuntate la casella e poi impostate 1,55 come rapporto e infine, nel menù a discesa a fianco controllate che sia impostato il valore "metti in pausa". Se volete sapere perché è buona norma mettere almeno 1,55 rileggete la parte 1 dell'articolo.

Ora premete su "Applica" e poi su "Ok".

Ora il programma è configurato, il prossimo passo è configurare il proprio router, ciò è necessario in quanto senza aprire la porta configurata nel programma, il client torrent non potrà correttamente funzionare. Sul mercato sono presenti un'infinita di modelli, ciascuno ha una propria interfaccia, ma in generale tutti per configurare una porta collegata ad un client torrent necessitano di due passaggi: associare un ip ad un indirizzo MAC e configurare il traffico di una certa porta affinché venga instradato al dispositivo e alla porta corretta.

La procedura per il router TP-LINK TD-W8970 è la seguente.

Prima di qualunque cosa dovete ottenere il vostro MAC address. Un MAC address è un identificativo univoco di ogni scheda di rete (wireless o no) e che è necessario al router per poter identificare in modo univoco un client. Ah, una precisazione per i neofiti: quel MAC non c'entra nulla con Apple. Questo identificativo è collegato allo standard Ethernet e a Metcalfe, che lo ideò. L'acronimo sta per Media Access Control.

Per poter ottenere il vostro MAC address,  aprite il menù "Start" (cliccando sul bottone in basso a sinistra) e nel campo di ricerca digitate "esegui". Nella schermata che si apre digitate "cmd" e premete "Ok".
Nella console che si aprirà digitate "ipconfig /all" (rispettate lo spazio) e comparirà qualcosa di questo genere:


Nell'unica scheda di rete attiva cercate la riga "Indirizzo fisico" (che ha una struttura di questo tipo XY-ZA-BC-DE-FG-HI. Copiate il suo valore e tenetevelo da parte. Copiatevi anche il valore di "Gateway predefinito": è l'indirizzo del vostro router.

Ora dovete accedere al router. Aprite un browser (qui userò Firefox, ma è irrilevante) e digitate sulla barra degli indirizzi il valore presente in "Gateway predefinito" e premete invio.

Comparirà una schermata di autenticazione (mi auguro...altrimenti vuol dire che il vostro router è aperto a tutti). Inserite qui il nome utente e la password.

Da ora in poi la situazione sarà più varia in base al proprio apparato, come accennato prima descriverò come configurare il router TP-LINK TD-W8970.

Aperta l'interfaccia del router, selezionate "DHCP Server" e poi la sottovoce "Address reservation". Quindi premete su "Add new" nella parte destra dello schermo.

In "MAC Address" inserite il valore ottenuto dalla procedura descritta prima. Nel campo sottostante inserite un indirizzo IP che volete assegnare al vostro Pc. Tale IP dev'essere scritto come 192.168.x.yyy. Dove x dev'essere la stessa cifra presente nel campo "Gateway predefinito", mentre yyy dev'essere un valore compreso tra 1 e 254 (1 e 255 di solito sono riservati). Scegliete un numero che non sia già assegnato. Come status impostate "enabled" e premete "Save".
Ricordatevi l'indirizzo IP che avete assegnato in questo passaggio.

Ora andate in "Forwarding" e poi in "Virtual Servers" e infine premete su "add new". Nella nuova schermata vi sono vari parametri da impostare:

In "Service port" scrivete la porta che avete impostato in qBittorrent, mentre in IP Address l'indirizzo IP che avete impostato nella schermata precedente. "Internal port" può rimanere vuoto, controllate che "Status" sia su "Enabled" e premete "Save".

Ora, in molti router (compreso questo) per rendere effettive modifiche del genere, il router stesso va riavviato. Dopo il riavvio ritornate sul pc, riaprite la console (digitate su "Esegui" il comando cmd, come fatto prima) e digitate sempre "ipconfig /all". Ora, nella riga "Indirizzo IPv4" dovrebbe esserci l'indirizzo da voi impostato  nel router e la scritta a fianco "Preferenziale". Ciò indica che la configurazione è andata a buon fine.

Ora potete scaricare i vostri file torrent senza nessun problema. Buon download e alla prossima!






Nessun commento :

Posta un commento